Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

I Mezzotono infiammano Chongqing con “Mad in Italy”: un tripudio di musica e risate

foto (4)

Il quintetto vocale italiano Mezzotono ha concluso il suo tour in Cina sabato 25 maggio nella Municipalità di Chongqing presso il centro commerciale Mixc, infiammando il numeroso pubblico grazie alla loro inebriante ed elettrizzante esibizione.

L’esibizione “Mad in Italy” ha consentito di intrattenere il pubblico con un ampio ventaglio di generi musicali: dallo swing al jazz; dalla bossa nova alla musica classica fino alle canzoni della tradizione regionale italiana. Un vero e proprio viaggio attraverso generi e sonorità, interpretato con maestria e originalità da Nicola Fabio Lepore, Marco Di Nunno, Umberto Giarletti, Grazia Lombardi e Sara Rotunno.

Sono loro le cinque voci che formano il gruppo dei Mezzotono, fondato a Bari, in Puglia, circa venti anni fa. I Mezzotono hanno fatto della musica a cappella il loro marchio di fabbrica: le loro voci, penetranti e magnetiche, si sostituiscono agli strumenti musicali. Una polifonia che, grazie ad un’eccezionale tecnica vocale e a un humor frizzante e travolgente, ha conquistato tutti i presenti.

Nel suo intervento la Console Adriana Lori, nel sottolineare come le origini della musica a cappella risalgano agli albori dell’umanità, visto che il solo strumento che si usa è la voce, ha ricordato come la musica, in quanto linguaggio universale, consenta di abbattere le barriere linguistiche e le differenze culturali, favorendo il dialogo e la comprensione reciproca.