Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Giornata del Made in Italy – Tappa Chongqing

669304313

Mercoledì 24 aprile, presso il centro Red Star Macalline Global Furnishing Mall, si è tenuta la I edizione della Giornata del Made in Italy, manifestazione recentemente istituita dal Governo italiano per celebrare, in Italia e in tutto il mondo, la creatività e l’eccellenza italiana in molti settori strategici.

La tappa di Chongqing, che si è focalizzata sul settore del design d’interni e ha avuto come tema portante: “Made in Italy 2.0: artigianalità, design, sostenibilità”, è stata organizzata dal Consolato Generale d’Italia a Chongqing in collaborazione con Camera di Commercio Italiana in Cina e Red Star Macalline Global Furnishing Mall.

Nel suo discorso di apertura, il Console Generale d’Italia a Chongqing Fabio Schina ha sottolineato come il design sia l’espressione più compiuta del saper fare italiano, coniugando bellezza e funzionalità, innovazione e tradizione. In particolare, secondo quanto illustrato, la filiera legno-arredo presenta numeri che posizionano l’Italia ai primi posti in Europa per numero di imprese (68.000), numero di addetti (298.000), fatturato (56,5 miliardi di euro) e livelli di export (17,5 miliardi di euro).

“Il Sud-ovest della Cina rappresenta uno tra i mercati più attraenti per le nostre aziende e i nostri brand” ha proseguito Schina, rimarcando la necessità di intensificare il dialogo e gli scambi tra professionisti ed esperti cinesi e italiani in ambiti cruciali quali design e sostenibilità ambientale. Il Console Generale ha infine menzionato la recente conclusione di un’altra edizione del Salone del Mobile di Milano, manifestazione che si è ormai imposta a livello globale quale punto di riferimento per i settori arredo e design e che annualmente attrae centinaia di migliaia di addetti ai lavori e appassionati da tutto il mondo.

Ai discorsi ufficiali è seguita la presentazione dell’architetto e designer di interni italiano Mario Ferrarello, ospite d’onore dell’evento. Design Manager per il famoso brand Wagas, Mario Ferrarello vanta già una ricca esperienza in Cina, con all’attivo numerose collaborazioni con prestigiose università come la Nottingham University di Ningbo e la Liverpool University di Suzhou e con importanti developer cinesi.

Nel corso del suo intervento, Ferrarello ha tracciato le principali tappe dell’evoluzione del design italiano, sottolineandone la continua capacità di innovare e attrarre sempre più appassionati in tutto il mondo. Il professionista italiano si è poi soffermato sulla propria esperienza in Cina e specificamente sul rapporto tra cliente e designer nelle scelte di arredamento degli appartamenti e ville di nuova costruzione. Infine, sono stati analizzati alcuni progetti e casi di studio particolarmente significativi.

Nella seconda parte della conferenza si è tenuto un dibattito ed a cui hanno preso parte, oltre al Console Generale Fabio Schina, esperti e operatori del settore. La discussione si è concentrata su temi di cruciale importanza quali il rapporto tra design e sostenibilità, il cambiamento nei gusti dei consumatori cinesi, le specificità del mercato del Sud-ovest cinese e i punti di forza dei prodotti italiani.

Il Consolato Generale d’Italia a Chongqing, la Camera di Commercio Italiana e Red Star Macalline in Cina intendono rivolgere un sentito ringraziamento ai propri partner per il contributo offerto. In particolare, si ringrazia: Cassina, Natuzzi Italia, Versace Ceramics, Garofoli, Marazzi, Scavolini, Snaidero, Imola, Proparq, Danilo, Kabel, Verylux.