Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Avviso: visa-free transit di 144 ore a Chongqing

Recentemente le autorità della Repubblica Popolare Cinese hanno approvato l’estensione dell’esenzione dall’obbligo di visto da 72 a 144 ore per i passeggeri in transito a Chongqing e diretti verso un paese terzo. Le nuove misure interessano i cittadini di 53 paesi, tra cui l’Italia.

Le 144 ore saranno conteggiate a partire dall’emissione del permesso temporaneo di entrata da parte delle autorità competenti all’interno dell’aeroporto.

L’obiettivo principale del provvedimento, in vigore a partire dal 1o dicembre 2019, è quello di rafforzare il processo di apertura di Chongqing all’estero, promuovendo al contempo la crescita degli scambi e l’affermazione della Municipalità quale snodo strategico della Belt and Road Initiative.

 

Dettagli del provvedimento

 – Possono presentare richiesta di esenzione dal visto per transito di 144 ore i cittadini dei 53 paesi inclusi nel “144 hours Visa Exemption Program” in possesso di un documento valido per l’espatrio e di un biglietto aereo per un volo da Chongqing ad un paese terzo.

– La richiesta di esenzione dal visto non sarà accettata nelle seguenti circostanze: documento di viaggio con validità inferiore a 3 mesi, documento di viaggio con pregresso timbro di rifiuto di visto per la Cina, il passeggero risulta aver risieduto o lavorato illegalmente in Cina.

– In linea con le disposizioni vigenti nella Repubblica Popolare Cinese, gli stranieri in possesso di un permesso temporaneo di entrata saranno tenuti a portare con sè il passaporto o altri documenti di viaggio validi, che dovranno essere esibiti in caso di ispezione. Essi sono inoltre tenuti ad effettuare idonea registrazione presso la reception dell’hotel in cui alloggiano o la stazione di polizia competente in loco entro e non oltre 24 ore dall’atterraggio. Eventuali cambi di indirizzo devono essere prontamente comunicati.

– La durata del permesso di esenzione dall’obbligo di visto per transito è calcolata a partire dalla mezzanotte del giorno successivo all’entrata nel paese. I passeggeri che aderiscono al “144 hours Visa Exemption Program” saranno punti ai sensi della legge cinese nei seguenti casi: viaggi in aree non incluse nel programma, permanenza sul territorio cinese oltre i termini previsti, mancata registrazione, uscita dal paese da un aeroporto o porto non specificati nel programma.

In caso di emergenza durante la permanenza a Chongqing, gli stranieri possono contattare il numero 023-110 per mettersi in contatto con le locali forze di polizia. Qualora, per cause di forza maggiore o altre emergenze, i passeggeri non potessero rispettare il termine di permanenza di 144 ore o dovessero recarsi da Chongqing ad altri luoghi, essi dovranno rivolgersi alle autorità competenti per ottenere il visto necessario.

Paesi inclusi nel programma

Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Germania, Grecia, Ungheria, Islanda, Italia, Latvia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Monaco, Russia, Gran Bretagna, Irlanda, Cipro, Bulgaria, Romania, Ucraina, Serbia, Croazia, Bosinia Gerzegovina, Montenegro, Macedonia, Albania, Bielorussia, Stati Uniti d’Amarica, Canada, Brasile, Messico, Argentina, Cile, Australia, Nuova Zelanda, Repubblica di Corea, Giappone, Singapore, Brunei, Emirati Arabi Uniti e Qatar.

  • Tag:
  • N